Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando su "Accetto" acconsenti all'uso dei cookie.

.

Audit energetico obbligatorio - Decreto 102/

2014

Il D.Lgs. 102 del 4 Luglio 2014 ha introdotto l'obbligo per alcuni soggetti di effettuare le diagnosi energetiche (diagnosi energetiche).

Chi:

1     GRANDI IMPRESE:

- occupano più di 250 dipendenti
e, contestualmente
- hanno un fatturato annuo che supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio annuo supera i 43 milioni di euro

2     IMPRESE ENERGIVORE:

- che hanno utilizzato per lo svolgimento della propria attività almeno 2,4 GWh di energia elettrica - pari a costi maggiori o uguali a € 300.000 - oppure almeno 2,4 GWh di energia diversa dalla precedente (es. gas naturale - pari a costi maggiori o uguali a € 100.000 - , BTZ, energia termica da reti di teleriscaldamento, combustibili per i trasporti - pari a costi maggiori o uguali a € 275.000 di gasolio - , ecc.)
e, contestualmente
- che presentano un’incidenza del costo energetico complessivo per lo svolgimento della propria attività, rispetto il valore del fatturato, pari o superiore al 3%

Non sono soggetti all’obbligo di audit energetico le aziende che, pur rientrando nei parametri sopra indicati, hanno adottato dei sistemi di gestione conformi all’ISO 50001, EN ISO 14001 o EMAS e che includano un audit energetico conforme all’allegato 2 del D.Lgs. 102/2014

Cosa:

le aziende soggette all’obbligo sono tenute ad eseguire una DIAGNOSI ENERGETICA dei siti produttivi

Come: la diagnosi energetica deve essere redatta con lo scopo di identificare il potenziale risparmio conseguibile in seguito a interventi di efficientamento e metterlo in ordine di rientro, come indicato nell’allegato 2 del D.Lgs. 102/2014.
La diagnosi energetica può essere redatta da ESCO come Yes.co srl, esperti in gestione dell’energia (EGE) o Auditor Energetici (AE)

Quando: entro il 05 dicembre 2015, rinnovata successivamente ogni 4 anni.

Perché: in caso di inadempimento, il D.Lgs. 102/2014 prevede una sanzione amministrativa compresa tra 4.000,00 e 40.000,00 € nel caso di mancata effettuazione della diagnosi; invece è prevista una sanzione amministrativa tra 2.000,00 e 20.000,00 in caso di esecuzione non rispettosa delle prescrizioni previste per legge.
Al di là di essere un obbligo normativo, la diagnosi energetica è un'occasione per individuare gli eventuali sprechi presenti nelle aziende, ponendo le basi per ridurre il costo di produzione aziendale.

Il percorso Yes.co per l'efficienza energetica

Obiettivo: l’ottimizzazione dei costi di ciclo di vita del sistema edificio-impianto o Life Cycle Assestment (LCA)

1     ASCOLTO - Raccolta dati del cliente:

- Contratti energetici, bollette e contratti di servizi manutentivi
- Layout e schemi impianti produttivi e servizi generali
- Orari e modalità di gestione delle utenze energetiche
- Presenza dei sistema di misura e contabilizzazione dell’energia
- Sistemi di emissioni in ambiente e impatti (solido/liquido/gassoso)
- Progetti di sviluppo attuali e potenziali

2     NORMALIZZAZIONE DEI DATI E BENCHMARKING:

- Verifica delle condizioni di acquisto dell’energia e dei servizi di manutenzione programmata e straordinaria
- Parametrizzazione dei dati di costo energetico: la baseline energetica
- Ricerca dati statistici medi del mercato di riferimento

3     ANALISI SUI COSTI DI CICLO DI VITA E SULLA SOSTENIBILITA’

- Evidenziazione degli apporti relativi e specifici sui costi di ciclo di vita: le utenze critiche
- Analisi dei sistemi di produzione dell’energia
- Analisi impatto ambientale delle emissioni

4     IL MODELLI MATEMATICI DEL SISTEMA

- Costruzione del modello matematico del comportamento energetico del sistema edificio-impianto
- Validazione del modello tramite i dati storici

5     PROPOSTE D’AZIONE E STUDIO DI FATTIBILITA’

- Studio e valutazione di proposte migliorative sui sistemi di generazione e distribuzione dell’energia
- Studio e valutazione di proposte comportamentali/gestionali di ottimizzazione energetica
- Matrice dei risultati economici delle soluzioni (VAN, TIR, BEP),
- Matrice effetti ambientali sul sistema nel suo complesso (gas effetto serra – GHG, ciclo delle acque, TEP, ciclo dei rifiuti,…)